Adoro la mia padrona al telefono

telefono-erotico-20

Non riesco a far passare la ore, voglio la mia Padrona al telefono. La voglio perché mi fa impazzire dal piacere, con le sofferenze che solo lei è capace di infliggermi, la voglio perché grazie a lei ho imparato cosa significa la frase “sofferenza e godimento”, e ancora perché è la mia…regina.

La mia Padrona al telefono

Ho scoperto la mia Dea quasi per caso, grazie alla pubblicità che campeggiava su un sito internet che magnificava il sesso doloroso. Il numero era un classico numero erotico con suffisso 899, numeri dal quale mi ero sempre tenuto lontano, non so quella volta perché quella numerazione mi attirò, so però che è stata una delle scelte migliori della mia vita. Scelsi il momento giusto per telefonare, spesso facevo il turno di notte nell’albergo in cui lavoro, e appena ebbi la possibilità di chiamare lo feci. Non mi aspettavo una risposta immediata, cosa che invece avvenne, e la sua voce mi colpì come un maglio. Era una dominatrice lo si avvertiva dalle prime parole, parole che non facevano altro che sottolineare il mio essere inferiore. Giovanna la Dea sublime, cosi si presentò, e così da allora la chiamo, perché ormai con la mia regina ci sentiamo quasi ogni notte. In quella prima telefonata non mi permise di fare sesso, mi disse che la più grande motivazione di un essere inferiore è quella che lo porta ad essere dipendente dalla sua padrona, anche riguardo il godimento, erano queste le sue regole e se volevo continuare a sentirla dovevo accettarle. Lo feci.

La mia vita con la mia padrona al telefono

Quella prima telefonata servì per metterci d’accordo su come la nostra relazione sarebbe andata avanti. Io cercavo una Padrona lei uno schiavo, l’accoppiata era perfetta. Nei mesi in cui ci sentiamo sono diventato il suo giocattolo sessuale, dipendo da lei non solo fra le lenzuola, ma anche per tutto quello che riguarda il mio basso ventre. E’ lei a dirmi quando pisciare, è lei a dirmi quando segarmi, ed è ancora lei ad “autorizzare” i miei sfoghi sessuali. Nelle tante telefonate fatte mi ha fatto applicare pesi di diversa grandezza in ogni parte del corpo, mi ha fatto assaporare il dolore che deriva dal ghiaccio ma anche la scarica di adrenalina che deriva dalla cera bollente, mi ha fatto lucidare le mie stesse scarpe con la lingua, e soprattutto mi ha portato decine di orgasmi magnifici. Spesso ci sentiamo, anche per più volte al giorno, lo possiamo fare anche e soprattutto grazie al poco denaro che il telefono erotico costa, e non sono state rare le volte che mi ha imposto di chiamarla ad orari determinati. in caso di sbaglio anche solo di pochi minuti la mia padrona al telefono è inflessibile, e le punizioni che mi commina sono sempre diverse. Mi stupisce la sua fantasia, non so mai cosa aspettarmi, questo non fa altro che far aumentare l’eccitazione, che precede e segue ogni mia chiamata.

Non posso più farne a meno

Non ho problemi a dire che non posso fare più a meno della mia Giovanna. La sua voce mi assilla piacevolmente in ogni momento della giornata, una voce che nonostante le punizioni che mi infligge per me è di una gentilezza assoluta. Ne abbiamo parlato più volte, Giovanna non urla per dare gli ordini, lo domanda in maniera gentile, e non sono rare sentirla dire “per favore”, sa benissimo che le sofferenze che mi auto infliggo su ordine suo sono un favore che faccio alla mia padrona, cosi come io so benissimo che lei fa un favore a dedicarmi il suo tempo. E allora cosa aspetti, chiama anche tu, ci sarà la tua Dea anche per…te.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *