tarots

Non è un’ attività inventata all’improvviso da qualcuno che vuole esaltarla o portarla alla ribalta, perché la cartomanzia non ha affatto bisogno di essere pubblicizzata.
E’ conosciuta per la sua intrinseca semplicità e perché è apprezzata da secoli e secoli forse perché se ben eseguita apporta davvero un senso di benessere a coloro che si sentono angustiati e stanchi di vivere un’esistenza all’insegna della solitudine, dell’oppressione e dell’ansia perché non hanno lavoro, perché hanno gravi problemi familiari o di salute.
Qualcuno potrebbe dire che quando si è sopraffatti dalla disperazione il cartomante diventa l’ultimo scoglio dopo averle provate davvero tutte.
Ebbene, non è così e lo si evince provando un consulto telefonico che è la cartomanzia professionale più conosciuta perché di facile accesso.
Il cartomante diventa una sorta di confidente, l’amico di una sera, colui che ascolta senza interrompere.
I cartomanti che rispondono non conoscono, non hanno mai visto il consultante eppure, avvertono la sua disperazione e cercano di placarla, si instaura una specie di feeling con lui perché il mondo della cartomanzia è questo, c’ la premonizione prima di ogni altra cosa, il cartomante legge nella mente ancor prima di aprire le carte.

Continua ad Informati =>