Pepe nero per dimagrire

piperina - pepe nero

Piperina è la caratteristica alcaloide contenuta nel pepe nero, contenuta in concentrazioni variabili da 5 a 8-10 percento. Il materiale contenuto nella piperina, e il suo isomero cavacina, è responsabile per il classico sapore speziato e pungente del pepe (Piper nigrum) .

Il pepe nero è la più diffusa spezia al mondo, e come potete immaginare il suo principale impiego è quello alimentare per rendere i cibi piccanti , ma poi trova anche largo impiego nella produzione di farmaci e di cosmetici. Il pepe nero come molte altre spezie contengono composti in realtà dotati di interessanti attività biologiche.

La piperina ha proprietà fitoterapiche molto interessanti, oggi sfruttato in primo luogo all’interno dei cosiddetti prodotti dimagranti “termogenici”. La Piperina è attribuita alla capacità di migliorare la secrezione salivare e gastrica, rivitalizzando la digestione e migliorando il consumo assorbito dal tratto digestivo di innumerevoli nutrienti e fitochimici, come coenzima Q10 e beta-carotene.

La Piperina, in generale, sembra essere una sostanza per accelerare il trasporto al tubo digerente, e presenta antiossidanti in vitro.

Il nuovo passo avanti nell’applicazione della piperina può indurre la colorazione della pelle, in particolare a seguito di irradiazione con UVB, fà di questo materiale piuttosto noto in prodotti per il trattamento della vitiligine.

Ricordiamo, per completezza, che la piperina è una componente tradizionale di Ayurveda, antichi trattamenti nativi indiani sulla base di una profonda comprensione di tutto il corpo. Rimedi ayurvedici  sono, pertanto, il benessere e una situazione di stabilità in cui i fattori psicologici e ambientali hanno un’importanza fisica.

piperina - pepe nero

Dosi consigliate sulle scatole di piperina

Il tipico dosaggio standard solitamente è di 5mg per  l’assunzione di piperina nell’arco di un giorno, con la raccomandazione di non superare i 15mg / giorno.  

Il consumatore di integratori di piperina dovrebbe tenere a mente che la sostanza, se consideriamo l’assunzione per bocca, è in grado di aumentare nel sangue : la teofillina (broncodilatatore), fenitoina (antiepilettico), propranololo (B-bloccanti) e curcumina (fino a 2.000%).

La Piperina, infine, è tradizionalmente controindicata in presenza di dolore gastrico, reflusso gastroesofageo, ulcera allo stomaco, ipertensione e le emorroidi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *